Una Luciana Mosconi acciaccata cede in casa al Roseto

Prima sconfitta interna per la Luciana Mosconi Ancona che nell’ultimo match del 2020 si lascia battere sul proprio campo dalla Liofilchem Roseto dimostratasi superiore al termine di una gara sempre condotta dal primo minuto al 40′.
Sul risultato finale hanno sicuramente pesato le condizioni in cui la Luciana Mosconi è scesa in campo. Potì, senza un allenamento nelle gambe per via dell’infortunio rimediato a Montegranaro, non è riuscito a scendere in campo bloccato dal forte dolore alla caviglia, stessa sorte per Rattalino costretto ai box per un problema muscolare con cui ha convissuto per tutta la settimana. Oltre ai due forfait (entrambi in panchina a onor di firma) coach Rajola ha dovuto poi gestire Leggio, al  suo esordio in campionato ma di rientro dal mese di stop per infortunio alla mano, e fatto i conti con Aguzzoli alle prese con dei problemi alla schiena. Con una situazione del genere affrontare qualsiasi avversario sarebbe stata durissima, difficoltà moltiplicate considerando la forza di un Roseto che sta dimostrando sul campo la forza oggettiva di un roster solido, robusto, lungo e a oggi oggettivamente  superiore.

La partita è presa in mano subito dagli ospiti che sono capaci di piazzare un parziale di 0-16 nei primi 5′ di gara. Un avvio fulmineo dei rosetani impeccabili in attacco, contro una difesa locale che non approccia nella giusta maniera alla partita, e capaci di contenere i dorici che collezionano errori. Il primo canestro della Luciana Mosconi Ancona arriva a -4’05” con Paesano. Ancona solo in quel momento entra in partita e rosicchia qualche punticino negli ultimi possessi del quarto grazie a Gospodinov che segna in faccia a Valerio Amoroso due canestri da raccontare ai nipoti (10-21).

La salita per la Luciana Mosconi è durissima. Gli anconetani arrivano un paio di volte al -7 (18-25 e 22-29) ma ogni volta riceve pugni in faccia con Amoroso e Nikolic che dettano legge nella zona vicino al ferro. A 2’47” dall’intervallo c’è l’antisportivo a Caverni che Roseto sfrutta segnando 5 punti con i liberi di Pastore e la tripla di Sebastianelli che riportano il vantaggio ospite oltre la doppia cifra (26-38). Le proporzioni non cambiano e si torna negli spogliatoi lanciati dalla tripla sulla sirena di Lucarelli per il 33-43.

L’avvio di ripresa è il momento migliore della Luciana Mosconi. Paesano e Centanni portano Ancona in scia a -6 (39-45). Roseto trova tiri pesanti con l’ottimo Lucarelli e il chirurgico Pastore. A -4’43” l’antisportivo è stavolta fischiato proprio all’ex Rieti con i dorici che arrivano a -4 (48-52) dopo il canestro di Caverni. Nikolic e Serafini pescano un paio di jolly da dentro l’area per il nuovo +8 rosetano (48-56) a 3′ dall’ultima pausa. Oboe segna il 50-56 ma il suo jumper dalla media distanza sarà l’ultimo canestro da due del terzo quarto per Ancona. Dall’altra parte Roseto è brava a trovare punti importanti da Serafini e Pastore e la tripla di Ruggero  per il 50-64 che diventa 54-65 al 30′ con la Luciana Mosconi che non vuole arrendersi ma il livello di difficoltà si alza ancora.

Per vincere ci sarebbe voluta in questo momento un’impennata repentina, forse un miracolo visti i primi 30′.  Questo non avviene perchè la Luciana Mosconi sbaglia le occasioni che le capitano. Come quella di Caverni che semina ogni avversario e sbaglia l’appoggio comodo da sotto. Ancona poteva tornare a -8 e invece Roseto la punisce con le triple successive di Pastore e Ruggero che portano le distanze sul 60-76. Paesano e Leggio restano gli unici in maglia bianca a crederci. Due loro triple e 66-76 a 2′ dalla fine. Ruggiero fa 0/2 e Leggio segna subito il -8.  Ma Lucarelli, tra i migliori in campo, mette il punto esclamativo sulla sua prestazione schiacciando in contropiede il canestro della vittoria. Finale 68-80 e il Natale per la squadra di Rajola è decisamente meno dolce di quello che si potesse pensare.

Luciana Mosconi Ancona – Liofilchem Roseto 68-80 (10-21, 23-22, 21-22, 14-15)
Luciana Mosconi Ancona: Alessandro Paesano 18 (6/7, 1/1), Gianmarco Leggio 14 (3/4, 2/5), Simone Centanni 13 (2/5, 2/8), Michele Caverni 11 (3/8, 1/1), Francesco Oboe 6 (1/1, 0/3), Veselin veselinov Gospodinov 4 (2/2, 0/0), Tommaso Rossi 2 (1/2, 0/5), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0), Alessandro Potì 0 (0/0, 0/0), Pietro Mancini 0 (0/0, 0/0), Luca Rattalino 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 32 2 + 30 (Simone Centanni 9) – Assist: 20 (Michele Caverni 9)
Liofilchem RosetoJacopo Lucarelli 17 (2/4, 3/5), Aleksa Nikolic 15 (6/9, 1/3), Valerio Amoroso 12 (4/9, 0/3), Andrea Pastore 10 (1/2, 2/5), Alberto Serafini 10 (5/7, 0/1), Antonio Ruggiero 9 (1/1, 2/4), Edoardo Di emidio 4 (0/1, 1/3), Fabio Sebastianelli 3 (0/0, 1/1), Andrea Pedicone 0 (0/0, 0/0), Luca Cocciaretto 0 (0/0, 0/0), Xhenit Llukacej 0 (0/0, 0/0), Alessandro Palmucci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 20 – Rimbalzi: 31 3 + 28 (Aleksa Nikolic 7) – Assist: 11 (Andrea Pastore 5)

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.