Una grande Luciana Mosconi vince a Roseto

La più bella Luciana Mosconi Ancona vista in trasferta porta a casa due punti di platino vincendo al PalaMaggetti di Roseto e raggiungendo proprio la Liofilchem al secondo posto in classifica alle spalle di Fabriano rimasto da solo in testa.
Grande prova di orgoglio e carattere della squadra di Rajola capace di essere lucida e ben organizzata nei minuti finali di una bella partita dove nel finale tiratissimo ha vinto come sempre in questi casi chi ha sbagliato meno. Una prova corale dei dorici (5 uomini in doppia cifra) che hanno interpretato bene il piano partita e tenuto a bada il forte avversario. Gara caratterizzata da un primo tempo dove i due attacchi hanno dominato sulle rispettive difese,  e una ripresa dove le frizzanti verve realizzative si sono inevitabilmente fermate con due squadre che hanno passato il tempo dandosi spallate fino al concitato finale dove la Luciana Mosconi ha sfruttato gli episodi favorevoli portando a casa due punti dal grande peso specifico.

Rajola come annunciato è senza Rossi e Gospodinov e parte con il classico quintetto composto da Caverni, Centanni, Potì, Leggio e Paesano. Roseto risponde convivendo con i propri acciacchi e schierando all’inizio Di Emidio, Pastore, Serafini, Lucarelli e Nikolic. I padroni di casa iniziano sospinti dai punti in area di Nikolic. Sei punti dei primi 9 rosetani sono del classe ’99 serbo e Roseto è 9-5. Nella Luciana Mosconi si accende Leggio. 8 punti di fila del bomber pugliese con Ancona che va avanti 13-11. Rajola inizia i cambi con Oboe, entra in partita anche Amoroso gestito col bilancino  da trullo per un ginocchio di cristallo che non può strafare. La tripla dell’esperto giocatore di Cercola e un gioco da tre punti dell’ottimo Lucarelli mettono Roseto sul 17-15. A 3’28” dalla prima sirena c’è l’esordio in maglia bianconeroverde di Stefano Colombo che si mette a fare a sportellate senza troppi complimenti con i pari ruolo avversari. Caverni da tre punti porta Ancona avanti 19-17, Roseto risponde con Amoroso e Nikolic. Colombo bagna l’esordio con i primi suoi punti con la nuova maglia e Ancona è li (22-23). Il primo intervallo arriva con il 2/2 di Ruggero e il triplone da 9 metri sulla sirena di Oboe per il 25 pari al 10′.

La Luciana Mosconi tira bene da tre punti (4/6 nel primo quarto) e le percentuali migliorano addirittura quando Leggio (8 punti fino a quel momento) si mette a segnare ad un ritmo super. Saranno 22 i punti dell’ex Salerno all’intervallo frutto di un 5/6 da oltre l’arco da impazzire. Leggio apre i fuochi a inizio di secondo quarto, Roseto tiene bene con Ruggero e si viaggia tutti in parità dopo la tripla di Paesano (32-32). Nella parte centrale del 2°quarto la Luciana Mosconi prova lo strappo con un parziale di 11-4 iniziato da 5 punti di Leggio (appoggio da sotto e 3/3 ai liberi) e le bombe di Caverni e Centanni (43-36). Negli ultimi 5′ di primo tempo Roseto riduce subito con Serafini, Di Emidio e Pastore da fuori. Ruggero riporta gli abruzzesi avanti (44-46)  prima che Leggio segni due volte ancora da lontanissimo per il 50-48 di metà strada.

Si ritorna in campo e il ritmo cala mentre aumentano gli errori. Roseto torna avanti con Serafini (50-52), le due squadre lottano a stretto contatto. I vantaggi non sono mai superiori allo scarto minimo almeno fino agli ultimi 2 minuti e mezzo del periodo. Roseto è avanti 58-60, arriva il gioco da tre punti di Oboe che accelera, penetra e segna subendo il contatto falloso di Nikolic. Dopo lo 0/2 di Amoroso c’è la tripla di Paesano subito pareggiata da quella Di Emidio per il 63 pari. Arriva l’ultimo minuto e mezzo con il 6-0 dei dorici firmato Centanni e Colombo. L’1/2 del lungo lombardo chiude il terzo parziale sul 64-70.

L’ultimo capitolo di gara arriva con Leggio in panca per un problema a un braccio. Roseto rosicchia con Ruggiero (71-67) e deve gestire Serafini e Nikolic arrivati a 4 falli così come Colombo e Caverni sul fronte dorico.  La Luciana Mosconi alza il numero dei colpi e a -6’40” c’è Paesano che segna il 73-67. Aumenta anche il nervosismo con coach Trullo che prende tecnico dopo un passi fischiato ad Amoroso. Ancona allunga con il libero di Leggio e Potì per il 76-67 a 6′ dalla fine. Manca ancora tantissimo ma i dorici sono abbondantemente sul pezzo. Passa un minuto e le distanze sono inalterate con i centri di Lucarelli e Paesano (78-69). Roseto morde di più in difesa e la Luciana Mosconi adesso sbaglia un pò troppo. A 3’35” dalla fine Nikolic segna da sotto e Rajola chiama time out sul 78-72. A rientro in campo Caverni sbaglia da tre e Lucarelli dall’altra parte mette la tripla del -3 . Ogni pallone inizia a pesare e allora non può non esserci il timbro del capitano. Centanni non sbaglia la tripla dell’81-75 a -2’14” dallo stop. Ma Roseto è ancora viva anche se, dopo il canestro in entrata di Di Emidio, subisce la nuova tripla stavolta firmata da Oboe preciso e mortifero da oltre l’arco per l’84-77 a -1’44” dalla fine. Trullo chiama time out e arriva il 4°fallo anche di Paesano. Di Emidio fa 1/2 e subito dopo c’è il doppio errore dalla lunetta di Paesano. Potì esce per falli (-1’17”) e Lucarelli con il 2/2 accorcia ancora (84-80). Arriva l’ultimo minuto. A -51″ Leggio commette fallo in attacco. Non c’è tempo per protestare, si va dall’altra parte e Ruggiero, che di partite come queste ha nutrito la sua carriera cestistica, segna la bomba dall’angolo dell’84-83 a 34″ dalla fine. Rajola chiede time out e disegna un nuovo attacco ma tutto è vanificato dal fischio arbitrale che pesca ancora un fallo in attacco sempre di Leggio. Di secondi alla fine ne mancano 13″, Roseto ha la palla del sorpasso. Di Emidio pesca sotto Lucarelli ma il suo passaggio è un missile terra-aria impossibile da intercettare. Palla persa sanguinosa per Roseto che manda in lunetta Centanni a 8″ dal termine. Ci fosse stato il pubblico il PalaMaggetti sarebbe stato a dir poco infuocato. Nel silenzio dell’era Covid c’è l’1/2 del capitano per l’ 85-82. Roseto va ancora all’attacco e lo fa a testa bassa. L’azione sconfina su un lato e Lucarelli perde la maniglia e lascia in quella nuova palla persa le speranze di successo. Prima di chiudere arrivano i due liberi di Oboe che scrivono 87-83 sul tabellone del palasport rosetano. La bella Luciana Mosconi con grinta, talento e tanto cuore porta via con grande merito questi due punti.

Liofilchem Roseto – Luciana Mosconi Ancona 83-87 (25-25, 23-25, 16-20, 19-17)
Liofilchem Roseto: Jacopo Lucarelli 22 (7/9, 1/3), Antonio Ruggiero 16 (0/3, 4/7), Aleksa Nikolic 15 (7/11, 0/0), Edoardo Di emidio 10 (2/3, 1/7), Alberto Serafini 8 (3/5, 0/1), Andrea Pastore 7 (1/3, 1/6), Valerio Amoroso 5 (1/5, 1/3), Andrea Pedicone 0 (0/0, 0/0), Luca Cocciaretto 0 (0/0, 0/0), Xhenit Llukacej 0 (0/0, 0/0), Alessandro Palmucci 0 (0/0, 0/0), Fabio Sebastianelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 25 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Jacopo Lucarelli 13) – Assist: 21 (Edoardo Di emidio 7)
Luciana Mosconi Ancona: Gianmarco Leggio 25 (3/5, 5/7), Alessandro Paesano 16 (4/9, 2/3), Simone Centanni 14 (2/8, 2/6), Francesco Oboe 12 (2/2, 2/3), Michele Caverni 10 (1/3, 2/4), Stefano Colombo 6 (2/4, 0/0), Alessandro Potì 4 (2/6, 0/2), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0), Tommaso Rossi 0 (0/0, 0/0), Francesco Carboni 0 (0/0, 0/0), Edoardo Anibaldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 26 – Rimbalzi: 34 6 + 28 (Gianmarco Leggio 9) – Assist: 15 (Simone Centanni 7)

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.