Nel recupero contro Padova c’è una bella fetta di playoff per la Luciana Mosconi

La Luciana Mosconi Ancona è al primo “quasi” match-point per l’accesso ai playoff. Si gioca il recupero della gara non disputata lo scorso 3 aprile contro l’Unione Padova e i ragazzi di coach Rajola vogliono prendersi subito quello che non sono riusciti a fare nella sfortunata trasferta di Cividale. Ci sono davvero pochi conti da fare. I dorici devono vincere contro i patavini per così mettere 6 punti tra loro e la nona piazza. Una dote che potrebbe addirittura non essere ancora sufficiente per sancire la qualificazione matematica alla post season vista la serie di recuperi che tante squadre devono ancora giocare dando vita a una serie di incroci di risultati e probabilità. L’unica soluzione quindi per evitare tabelle e rompicapi matematici da mal di testa è mettere altri due punti in classifica e poi tuffarsi nell’ultima giornata di regular season prevista per domenica contro Mestre.

La Luciana Mosconi vista a Cividale ha dato ampi segnali positivi. La squadra sembra aver smaltito le tossine derivanti dal periodo-Covid19. In Friuli c’è mancato davvero pochissimo per centrare il colpo in casa della prima in classifica e se il tiro sulla sirena dei regolamentari di Caverni fosse entrato invece che spegnersi lento sul primo ferro,  ora si parlerebbe parlare di una squadra ritrovata anche dal punto di vista del grande risultato. Difesa con grande energia e tutti gli uomini che stanno ritrovando la condizione migliore compreso Simone Centanni che dopo il periodo di stop sta progressivamente tornando quello pre-Covid19 ed è pronto a riprendere in mano squadra e compagni. Il team di Stefano Rajola non ha perso certo tempo. Dopo la domenica di pausa i bianconeroverdi sono tornati in palestra con una doppia seduta di lunedi e con l’allenamento nel primo pomeriggio di martedi. Grande concentrazione e morale alto con la consapevolezza di essere davvero vicini al vero obiettivo stagionale chiamato playoff. Come a Cividale, Rajola non potrà disporre  nedi Potì, che andrà comunque in panchina sostenendo da vicino i suoi compagni di gioco,  ne di Gospodinov.

Contro i dorici ci sarà l’Unione Guerriero Padova, formazione che occupa l’ultimo posto in classifica con 10 punti e ripone nella trasferta all’ombra del Conero l’ultima spiaggia per evitare la retrocessione diretta. Se infatti i veneti dovessero perdere al Palarossini, e contemporaneamente Civitanova vincesse il match interno contro l’altra squadra patavina della Virtus, la formazione biancorossa di coach Garon sarebbe certa di tornare in Serie C. Invece un successo in trasferta ad Ancona, indipendentemente dal risultato del recupero del Palarisorgimento, porterebbe l’Unione a giocarsi tutto nella partita di domenica prossima a Montegranaro. Anche la Guerriero quindi ha pochi calcoli da fare: vincere per continuare a sperare. L’Unione viene da una sconfitta interna contro Roseto che l’ha riportata all’ultimo posto e che ha fatto seguito al bel successo esterno di Teramo. Due partite con coach Garon promosso capo allenatore dopo l’esonero di Giuliano Galgaro. Un avvicendamento fatto con la sola speranza di scuotere la squadra per portarla alla sospirata salvezza. La matricola Guerriero è squadra composta da giocatori che hanno esperienza in questa categoria affiancati a giovani. Nell’ultima uscita contro Roseto il quintetto di Garon era composto dagli esterni Scattolin (classe ’98) e  e Cecchinato (2001, 8 punti di media in questa seconda fase) ad agire da numero 3 Matteo Coppo (’94, 4.8 punti) mentre sotto i tabelloni l’atletico Mamadou Dia (2003, 4,8 punti e 3,8 rimbalzi) e l’esperto Andrea Campiello (’87, 11,3 punti di media). Dalla panchina escono Davide Andreaus (10.3 di media) dal lungo curriculum, e Nicolò Cazzolato (7,5 pt) insieme agli under Bruzzese Del Pozzo e Nicola Bombardieri.  Contro Roseto non ha fatto parte della gara Eros Chinellato il miglior realizzatore dei veneti con 12.5 punti di media segnati nelle 5 gare giocate nella seconda fase. Complessivamente l’Unione Padova ha un bilancio di 5 vittorie in 20 giornate. Fuori casa ha vinto 2 volte (a Senigallia nella prima fase a Teramo nella seconda) in 9 partite disputate lontano dal parquet di casa.

Al Palarossini palla a due ore 19.00. Arbitri Mattia Foschini di Russi (Ra) e Marcello Manco di S.Giorgio a Cremano (Na). Gara in DIRETTA su LNP PASS.
https://lnppass.legapallacanestro.com/video/04-28-2021-ilcampettoancona-vs-guerrieropadova

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.