Luciana Mosconi-Chieti. Tutti a P.S.Elpidio per la 2a di ritorno

Gara casalinga, si fa per dire, per la Luciana Mosconi che nella 2a giornata di ritorno “ospita” l’Europa Ovini Chieti. Virgolette grandi così per il semplice motivo che i bianconeroverdi traslocano al palasport di P.S.Elpidio con il Palarossini requisito dalle autorità per l’emergenza a seguito della necessità di disinnescare un ordigno bellico che blocca per una domenica la città intera. Somatizzata ormai la delusione nel non aver incontrato nella Società abruzzese sensibilità alcuna davanti a una simile situazione (Chieti ha di fatto detto no al posticipo di 24 ore della partita) la Luciana Mosconi prende armi e bagagli per trasferirsi al palasport di via Ungheria di P.S.Elpidio dove affronterà un durissimo ostacolo e non solo per non poter sfruttare i favori del fattore campo. L’Europa Ovini Chieti è in pieno rilancio dopo un inizio di campionato al di sotto delle aspettative. Un bilancio di 4 vittorie e 5 sconfitte (compresa quella dell’andata di un punto contro la Luciana Mosconi) ha consigliato la dirigenza teatina al cambio di allenatore. Via Sorgentone e in sella l’anconetano Piero Coen che da quando è arrivato al PalaTricalle ha ottenuto 5 vittorie in 6 partite, perdendo soltanto contro l’indistruttibile San Severo.  Coen ha dato inevitabilmente un giro di vite all’atteggiamento soprattutto difensivo della squadra e i risultati sono subito arrivati. Per la squadra di Marsigliani un ostacolo a dir poco impegnativo reso ancor più difficile dall’innesto avvenuto in settimana di Franco Migliori nel roster biancorosso. Contro la Luciana Mosconi infatti esordirà l’ala classe 1982 arrivata con il pedigree di miglior realizzatore del Montecatini (18.1 di media) il 4°top scorer del Girone A. Sarà molto interessante vedere come l’italo-argentino, che Coen conosce bene per averlo avuto con lui a Jesi nel 13-14,  si inserirà nella chimica di una squadra che solitamente parte con Di Emidio in regia, Gialloreto nello spot di guardia, Gueye nr.3, Di Carmine e Ponziani vicino a canestro. Dalla panchina il forte under Meluzzi (il migliore all’andata con 19 punti realizzati) i lunghi Staffieri e Milojevic e proprio da domenica anche Migliori.
Squadra di grande spessore che punta chiaramente ad arrivare più in alto possibile in regular season per potersi poi giocare le proprie carte nei playoff, l’Europa Ovini Chieti appare superiore alla Luciana Mosconi soprattutto se si parla di esperienza e profondità dell’organico. Ma i dorici hanno dimostrato in tutte le quindici partite disputate di poter fronteggiare qualsiasi avversario con qualunque tipologia di organico. Dopo la vittoria da tregenda contro Teramo i dorici hanno trascorso una settimana passata a recuperare qualche acciacco e gestire l’agenda logistica non delle più tranquille. Il doppio overtime del Pala Colle Dell’Ara ha restituito a Valerio Polonara una caviglia malconcia. Ghiaccio e primi giorni con lavoro differenziato per il centro di Marsigliani che ha totalmente recuperato ed è bello carico per giocare contro uno dei suoi primi allenatori avuti in carriera. Qualche problema anche per Alessandro Luini, che ha avvertito fastidi alla schiena ma subito ben tenuti sotto controllo dallo staff medico. Schiena dolente che è anche la croce di Riccardo Casagrande costretto ormai a convivere con massaggi e trattamenti. Nell’ultima settimana il senigalliese si è allenato regolarmente chiaro  segnale che i tormenti sono gestibili. A livello logistico non sono stati pochi i problemi da risolvere per la dirigenza bianconeroverde. Il campo centrale del Palarossini è stato sempre occupato, prima dal concerto di Calcutta e poi dalle operazioni di preparazione per il “bomba day”. Senza dimora la Luciana Mosconi si è allenata nella palestrina dell’impianto di Passo Varano nelle giornate di martedi, giovedi e venerdi, mentre mercoledì ha giocato un test amichevole proprio sul parquet di P.S.Elpidio contro i locali di Marco Schiavi. Buona partita dei dorici al gran completo mentre tra i locali hanno pesato, e non poco sull’economia del risultato finale, le assenze di Torresi e Romani.
Per poter superare l’Europa Ovini Chieti ci vorrà una Luciana Mosconi al meglio, evitare le partenze frenate come spesso accade e rispettare a pieno il piano partita che coach Marsigliani ha preparato per provare a fare lo sgambetto all’amico Piero Coen. La Luciana Mosconi cercherà altri due punti che la metterebbero ulteriormente al riparo dalle insidie dei playout (attualmente lontani  8 punti) strizzando magari l’occhio ai playoff.

Per incentivare la trasferta degli sportivi anconetani nella comunque vicina P.S.Elpidio, la società ha deciso di riservare l’INGRESSO GRATUITO ai PROPRI SOSTENITORI. Palla a due ore 18.00, arbitri Doronin di Perugia e Roberti di Roma.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.