Leggio il leone della Luciana Mosconi “Bella vittoria. Ora dobbiamo continuare”

Un gran bel modo per aprire il nuovo anno. Una più che convincente prova per far capire che i problemi fisici sono alle spalle e un giocatore come Gianmarco Leggio è pronto per essere uno dei leader della Luciana Mosconi Ancona.
I 32 punti segnati dal lungo brindisino contro la Rennova Teramo risultano essere la terza miglior prestazione personale in carriera in fatto di fatturato offensivo prodotto. Meglio della partita in maglia dorica, giocata nel giorno dell’Epifania, Leggio ha saputo fare nella stagione 2014/2015 quando ne mise 36 in faccia al Francavilla Fontana, con il nr.33 nativo di San Pietro Vernotico che giocava con Monteroni. Nel febbraio 2019, durante la sua seconda stagione in maglia della Virtus Salerno, Leggio segnò invece 33 punti nella vittoria esterna a Catania. La prova balistica offerta contro Teramo sale quindi al terzo posto nella classifica “all time”  personale di un giocatore arrivato in estate ad Ancona per essere uno dei fari della squadra di coach Rajola. Un campionato iniziato con una microfrattura alla mano, che lo ha tenuto forzatamente fuori squadra nelle prime 3 giornate, l’esordio prima di Natale contro Roseto, e la prova contro Teramo con la Luciana Mosconi che si gode il suo giocatore e definirlo recuperato anche se lui stesso ammette di non essere ancora al 100%.

Che partita è stata quella con Teramo?
“E’ stata una vittoria che ci serviva: per risollevare il morale della squadra dopo una non bella prestazione prima della sosta, per ritrovare la fiducia e per dimostrare che se riusciamo ad allenarci al completo, come purtroppo abbiamo fatto soltanto negli ultimi giorni prima della partita, possiamo essere davvero competitivi. Una vittoria molto importante che credo ci siamo meritati. Vittoria contro un’ottima squadra ben allenata. Abbiamo forse concesso troppo esaltando per certi versi le loro caratteristiche principali che conoscevamo. In alcuni frangenti dovevamo mostrare più attenzione ma alla fine l’importante è aver portato a casa la vittoria.”

Una gara segnata da una partenza morbida e poi da una metamorfosi già nella seconda metà del secondo quarto fino poi a progredire nella ripresa. Quali sono i fattori che hanno portato a questo cambiamento?
“Come contro Roseto abbiamo approcciato in maniera troppo morbida lasciando l’inerzia nelle mani degli avversari. Queste situazioni iniziali dobbiamo cercare di evitarle con la necessità di partire meglio. Poi siamo saliti di intensità ed è cambiato il  nostro atteggiamento decisamente più positivo. Nel corso della sfida, grazie alle nostre capacità siamo riusciti a mettere le mani sulla partita e alla fine questo cambio di mentalità ci ha premiato con la vittoria.”
Quindi sin da subito l’input è cercare di partire con il giusto piglio sin dalla palla a due?
“Assolutamente si. Dobbiamo partire bene con l’ardore e quell’agonismo che poi siamo stati capaci di mettere in campo nella seconda parte di gara. “
All’interno della partita di squadra si erge la tua prestazione. Un bel “trentello” a testimonianza di un ritrovato stato di forma?
“Sono molto contento della mia prestazione. Sto riprendendomi dopo più di un mese sicuramente non facile dove l’infortunio alla mano non mi ha permesso di stare con la squadra e ha inevitabilmente rallentato il raggiungimento della forma fisica ottimale. Devo comunque continuare su questa strada perchè non posso ritenermi di essere al 100%. Contro Teramo a livello offensivo le cose sono andate bene ma devo migliorarmi in altri ambiti come ad esempio la presenza a rimbalzo. ”
Pochi giorni e si torna in campo. Domenica a Civitanova altro duro esame dove la squadra cercherà continuità-. Come vedi la sfida contro la Rossella?
“Una partita molto dura in un campo come quello di Civitanova dove non è mai facile giocare anche se in questa occasione non ci sarà il pubblico. Bisognerà stare attenti e proprio in partite come questa cercare di iniziare bene. Servirà mentalità giusta e giocare come sappiamo per portare vittorie e avere continuità.”

Dopo la vittoria nr.3 in campionato, la Luciana Mosconi Ancona si è ritrovata sul parquet del Palarossini giovedi pomeriggio a 24 ore dalla sfida contro Teramo. Venerdì 8 la squadra di Rajola sosterrà un solo allenamento, nel  primo pomeriggio, dandosi poi appuntamento a sabato mattina per l’ultima seduta prima della trasferta di domenica 10 in casa della Virtus Civitanova (ore 17.30).

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.