La Luciana Mosconi non si ferma ed espugna anche Imola

Quinto successo consecutivo, eguagliata la striscia positiva più lunga della stagione, per una Luciana Mosconi Ancona che passa anche sul campo dell’Andrea Costa Imola al termine di una gara combattuta, non bella, piena di errori e portata a casa da chi nel concitato finale ha sbagliato meno. Alla fine i dorici vincono di un punto mantenendo solo matematicamente le probabilità di quarto posto (devono vincere l’ultima contro la Real Sebastiani ma soprattutto deve accadere che la NPC Rieti perda il recupero contro Rimini e soprattutto in casa contro Giulianova) con il quinto piazzamento già abbondantemente in cassaforte da una settimana. Ma la sconfitta non rabbuia più di tanto i padroni di casa con Imola che festeggia lo stesso negli spogliatoi l’ingresso nei playoff viste le notizie che arrivano dagli altri campi e gli incroci positivi che favoriscono l’Andrea Costa.

Quaranta minuti di una pallacanestro scadente fatta di grandi errori su entrambe le parti con una Luciana Mosconi che seppur priva di pressioni eccessive di classifica lotta con il coltello tra i denti contro un avversario che si giocava una buona fetta di playoff. Coen manda in quintetto Anibaldi lasciando in panchina Minoli rispetto alle ultime uscite. Ancona guida l’incontro con un buon impatto sul match di Panzini, Imola ha buone cose iniziali da Trentin e le due squadre si spalleggiano a quota 10 dopo 5′. Cacace e Centanni portano Ancona a +5 (10-15) ma dopo il time out Imola rientra subito e impatta nuovamente a -2’55”. Si viaggia sui binari del perfetto equilibrio fino al suono della prima sirena che arriva con l’1/2 di Minoli per il 18-19 del 10′.

Trentin porta avanti Imola a inizio di un secondo quarto dove il punteggio vede le due formazioni costantemente a contatto. 23-22 per Imola ma Giombini e Centanni replicano per gli ospiti che allungano fino al 23-29 a -1’16”. Vigori e Carnovali rimettono Imola più vicino con l’intervallo che arriva con la sirena che suona pochi attimi dopo la penetrazione fino al ferro di Centanni (27-31).

L’intervallo non sceglie il padrone del match. Cacace recupera e segna il primo canestro del 2°tempo, Trapani mette 5 punti per il 32-33 con gli emiliani che però non riescono ad avere continuità complice anche una difesa dorica che a tratti torna asfissiante. C’è un buon momento di Pozzetti che realizza cinque liberi di fila per il nuovo +6 (32-38). Aumentano gli errori e corre il cronometro. Anibaldi realizza il 32-40 ma subito dopo Imola riesce a reagire con Carnovali che va in striscia da tre punti. Due triple dell’esile tiratore biancorosso per il 40-43 con Ancona che beneficia l’unico tiro da tre della serata di Cacace. La Luciana Mosconi tiene il vantaggio ancora con i liberi di Pozzetti (40-45) mentre Imola cerca di perforare la zona dorica con il tiro da fuori. Ci riesce Fazzi con la tripla del -2 (43-45). Si infiamma il PalaRuggi che protesta per alcune decisioni arbitrali. Minoli segna un solo libero che aprirà una serie di errori anche piuttosto marchiani su ambo i fronti. Il punteggio è mosso a -1’10” da Cusenza (45-46) a cui replica immediatamente dopo Minoli da oltre l’arco dei tre punti. Cacace e Centanni falliscono un paio di occasioni per allungare con l’ultima sirena che arriva con l’appoggio da sotto di Trentin per il 47-49 del 30′.

Ancora errori a inizio di ultimo quarto. Il primo minuto passa con un nulla di fatto e Coen chiama time out dopo l’infrazione di 24″ del suo attacco. Whiltshire muove il tabellone del PalaRuggi e riporta ancora in campo la parità. Gioco da tre punti di Minoli e tripla di Panzini e Ancona che riparte (49-55) con più di 8′ sul cronometro del match. La Luciana Mosconi tiene il vantaggio e lo porta fino al +7 con il canestro da sotto di Aguzzoli (52-59). Fazzi colpisce ancora da tre punti, Pozzetti commette fallo in attacco de Trentin fa 2/2 dopo il nuovo fischio stavolta ai danni di Giombini (57-59 a -6’05” dallo stop). Trentin è ancora presente e realizza l’ennesima parità della serata a -5’15alla fine. Siamo in pieno clutch time e a -4’29” arriva l’antisportivo a Carnovali con la Luciana Mosconi che segna un solo libero, con Giombini, e poi sbaglia la conclusione in area con Quarisa. Imola rimette il naso avanti (61-60) con il solito Trentin, e dopo gli errori da tre punti di Cacace e Carnovali arriva il canestro dalla media di Centanni a -3’10” dalla conclusione (61-62). Trentin segna di nuovo e dall’altra parte c’è il canestro da sotto di Quarisa (63-64). A -2’16” dallo stop arriva il tecnico a Carnovali per simulazione. Una sanzione che fa il paio con l’antisportivo fischiato pochi minuti prima e quindi scatta l’espulsione per il temuto cecchino dell’Andrea Costa. Centanni sbaglia il libero e Imola si porta sul +2 con la tripla dall’angolo di Corcelli (66-64) che fa esplodere il PalaRuggi. Arrivano gli ultimi 2′ di gara. Centanni segna la tripla del 66-67,ci sono gli errori di Corcelli e Panzini ed ecco l’ultimo minuto. Ancora sbagli al tiro e nuovamente di Corcelli e Panzini mentre il cronometro del palas in riva al Santerno dice che mancano 22″ quando Cusenza subisce il fallo e viene mandato in lunetta. Il sanguinoso 0/2 del lungo imolese riconsegna la palla a alla Luciana Mosconi che torna in attacco, fa correre il cronometro ma l’azione si infogna in un angolo e c’è la palla persa. Imola ringrazia e vuole sfruttare l’ultimo possesso che potrebbe valere il successo. Il tempo passa e corre fino a quando Panzini spende un fallo su Trapani. Il playmaker dell’Andrea Costa ha sulle mani due liberi della vittoria ma li sbaglia entrambi. Si lotta a rimbalzo, la palla esce ed è assegnata all’Andrea Costa con appena un centesimo di secondo da spendere. Rimessa dal fondo ma non c’è tempo per fare niente. Vince la Luciana Mosconi ma fa festa anche Imola che è nei playoff.

Andrea Costa Imola – Luciana Mosconi Ancona 66-67 (18-19, 9-12, 20-18, 19-18)
Andrea Costa Imola: Carlo Trentin 15 (6/11, 0/2), Emanuele Trapani 14 (5/7, 1/5), Tommaso Carnovali 11 (1/1, 3/12), Kevin Cusenza 6 (1/3, 1/3), Nunzio Corcelli 6 (0/1, 2/7), Luca Fazzi 6 (0/1, 2/5), Nicola Calabrese 4 (1/2, 0/4), Alessandro Vigori 2 (1/3, 0/2), William luca Wiltshire 2 (1/3, 0/3), Giacomo Guidi 0 (0/0, 0/0), Matteo Fussi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 16 – Rimbalzi: 48 15 + 33 (Carlo Trentin 14) – Assist: 14 (Emanuele Trapani Tommaso Carnovali 3)
Luciana Mosconi Ancona: Simone Centanni 14 (2/4, 3/7), Simone Pozzetti 11 (2/5, 0/3), Alberto Cacace 9 (3/4, 1/7), Tommaso Minoli 9 (1/3, 1/1), Yannick Giombini 8 (2/3, 1/4), Lorenzo Panzini 6 (1/2, 1/5), Edoardo Anibaldi 4 (2/2, 0/0), Andrea Quarisa 4 (2/6, 0/0), Thomas Aguzzoli 2 (1/2, 0/2), Nikodem Czoska 0 (0/0, 0/1), Niccolò Piccionne 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 24 – Rimbalzi: 37 5 + 32 (Yannick Giombini 12) – Assist: 10 (Lorenzo Panzini 3)

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.