La Luciana Mosconi con Mestre per chiudere bene la regular season

Ultima giornata di regular season per la Luciana Mosconi Ancona che riceve al Palarossini la Vega Mestre (domenica 2 maggio, Palarossini ore 18.00). Con la scorpacciata nel recupero di mercoledi la squadra di Rajola ha ottenuto la certezza di disputare i playoff per la promozione in Serie A2 centrando quindi l’obbiettivo principale della stagione. Ma nell’ultima gara contro Mestre non mancano certo le motivazioni per fare bene e cercare di chiudere la stagione regolare con la 13a vittoria, la 5a nella seconda fase che avrebbe così un bilancio altamente positivo.
Innanzitutto c’è da cercare il miglior piazzamento possibile nella griglia playoff. Con una vittoria i dorici arriverebbero al 6°posto e incrocerebbero la 3a del girone D vale a dire la Frata Nardò. In caso non dovessero arrivare i due punti nell’epilogo della regular season i dorici dovrebbero attendere di sapere quello che succede negli altri campi e forse anche i risultati dei recuperi in programma il 9 maggio. Qualora fosse 7°posto sulla strada di Centanni e compagni ci sarà la 2a del girone D (attualmente Taranto) se invece sarà 8°piazzamento ecco la sfida alla nr.1 che potrebbe essere Rieti se dovesse vincere l’ultimo turno a Nardò.  Qualunque sia la sua classifica, la Luciana Mosconi Ancona pescherebbe comunque una super squadra che sarà sicuramente affascinante affrontare in una serie playoff al meglio delle 5 partite. C’è però da centrare il 6°posto per raggiungere il miglior risultato mai ottenuto da una squadra anconetana in epoca moderna. Un traguardo a cui la Società tiene molto e ha cercato di trasmetterlo in settimana ai ragazzi e allo staff tecnico.
I motivi per vincere dunque non mancano alla squadra di Stefano Rajola che tornerà in campo 4 giorni dopo il recupero con l’Unione Padova che ha visto i dorici vincere a mani bassissime permettendo allo staff di gestire le forze in vista di un periodo dove si gioca ogni due giorni. Contro Mestre non potrà esserci nuovamente Alessandro Potì, che sarà al fianco dei compagni in panchina ma non potrà dare il suo contributo in campo a causa dell’infortunio alla caviglia che lo tormenta dal 28 marzo, mentre Veselin Gospodinov è rientrato negli ultimi giorni della settimana in gruppo ma che non sarà a disposizione del coach non essendo oggettivamente ancora in condizione dopo il periodo Covid19. La squadra ha lavorato assiduamente in settimana nonostante la partita conto Padova di mercoledì. Doppia seduta giovedi, allenamenti singoli nelle giornate di venerdi e sabato. Condizione generale buona dei dorici con Caverni e Paesano che convivono con i rispettivi lievi fastidi a ginocchio e spalla. Capitan Centanni sembra ormai essere vicino all’essere totalmente recuperato dopo il brutto periodo passato a fare i conti con la positività Covid.

Se Ancona ha il suo destino praticamente già disegnato, la Vega Mestre arriva al Palarossini dopo la bella e prestigiosa vittoria interna contro Fabriano. Bilancio della 2a fase fatto di 4 vittorie e 3 sconfitte (lo stesso della Luciana Mosconi) che hanno portato i veneti a quota 16 punti in classifica con la viva possibilità di centrare la salvezza diretta evitando dunque le insidie dei playoff. Mestre deve vincere e poi attendere cosa combina Monfalcone impegnato a Jesi e sabato 8 nel recupero interno con Fabriano. In caso di arrivo in parità con i friulani sarebbero i mestrini a salvarsi direttamente visto il vantaggio nel confronto diretto con la Falconstar (+10 Mestre all’andata, +7 Monfalcone al ritorno).
Posta in palio quindi altissima per la Vega Mestre che è allenata da un allenatore che nelle latitudini doriche ha bisogno di poche presentazioni. Dalla prima giornata della 2a fase Mestre ha infatti affidato la propria conduzione tecnica all’anconetano Piero Coen che ha trasformato la formazione a tal punto da portarla a 4 vittorie, lo stesso numero di successi ottenuto dal suo predecessore nelle 14 gare della prima fase. Per Coen è la prima volta da avversario contro una squadra della sua città nel palasport che lo ha visto protagonista per 9 stagioni. E’ invece la seconda in assoluto al Palarossini dopo quella del 2016 quando alla guida di S.Severo vinse 71-66 contro il Falconara Basket che giocava le sue gare interne al Palas di Passo Varano. Non è una novità il fatto di incontrare la Luciana Mosconi Ancona affrontata anche nel campionato 18/19 quando Coen era sulla panchina di Chieti. Ma in quell’occasione il match fu giocato a P.S.Elpidio causa indisponibilità dell’arena dorica e Chieti vinse 75-86.
La squadra di Coen parte ultimamente con un quintetto formato dagli esterni Filippo Fazioli (miglior realizzatore della 2a fase della Vega con 12.4 di media) e Mauro Pinton (11.1) entrambi con compiti intercambiabili in cabina di regia , capitan Gabriele Salvato (4.5) e la coppia di lunghi formata da Stefano Spizzichini (11.3) e l’ex Luciana Mosconi 19/20 Niccolò Rinaldi (7.7). Dalla panchina Dario Maran, Marco Lazzaro, l’estone  Kaspar Kitsing e il lungo Alessandro Spatti.

Al Palarossini palla a due ore 18.00. Arbitri Marco Guarino di Campobasso e Giovanni Morra di San Giovanni a Cremano (Na). DIRETTA su LNP PASS.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.