La Luciana Mosconi chiude la prima fase cadendo a Fabriano

Il PalaGuerrieri di Fabriano resta tabù per la Luciana Mosconi Ancona che chiude la sua prima fase del campionato con un k.o esterno al cospetto della capolista Ristopro. Dorici sconfitti ma non certo battuti dalla squadra che si presenterà al Girone C con il primato dall’alto dei suoi 22 punti e striscia positiva aperta da sei turni. Per almeno tre quarti la Luciana Mosconi ha tenuto ottimamente il campo limitando il forte avversario e tenendo per larghi tratti l’inerzia in mano. Incontro deciso soltanto nell’ultimo quarto quando i padroni di casa hanno alzato e non poco il numero dei colpi in difesa togliendo ossigeno ai dorici che hanno smarrito proprio in prossimità della linea del traguardo lo smalto e la forza avuti per 30′.

La Ristopro si presenta senza Garri e con un Marulli usato con il misurino per una condizione fisica non ottimale. La lista infortuni della Luciana Mosconi ha ormai come triste abitudine inchiostrati i nomi di Rossi e Potì. Denis Alibegovic apre i giochi con un tiro da tre punti in un primo quarto piacevole dove Ancona fa subito i conti con i centimetri di Cassar con Paesano chiamato a prendere le misure sul mastodontico avversario e costretto in pochi minuti a commettere due falli. Dal 7 pari si passa al 10-8 per Fabriano, la prima tripla della serata di Simone Centanni riporta i dorici avanti (10-11) prima di un mini allungo dei cartai spinti da Scanzi e Caloia, mandato in mischia da Pansa che cerca di allungare le sue rotazioni.  La Luciana Mosconi non demorde e con il tiro da tre punti ricuce subito. Triple di Leggio e Alibegovic per il 14-17 che diventa 14-19 con il canestro vincente di Colombo che raccoglie un pallone dalla spazzatura e lo deposita in fondo alla retina. Il primo quarto si chiude con Fabriano che accorcia con i liberi di Scanzi e i primi punti Papa, Ancona è comunque avanti 18-19.

Buon impatto di Vesko Gospodinov a inizio di secondo periodo. Parziale di 6-3 per Ancona con 4 punti dell’airone bulgaro per il 21-25. La Janus alza i colpi e segna con un’incursione di Merletto e il tiro dalla media di Papa per il pareggio a quota 25. Dopo il timeout di Rajola c’è il coast to coast di Oboe che preannuncia il nuovo allungo fabrianese propriziato dalla tripla di Papa e dal preciso Paolino (30-27). La risposta dorica non si fa attendere con Paesano e Alibegovic pronti a colpire stavolta da distanze più vicine al canestro. Prima dell’intervallo arriva la tripla di Scanzi (33-31), qualche grattacapo per Pansa che deve gestire i tre falli di Radonjic e Fabriano negli spogliatoi sul +1 (36-35) dopo il 2/2 conclusivo di Oboe.

E’ buono anche l’avvio di ripresa della Luciana Mosconi. Le triple di Alibegovic e  Leggio inaugurano un buon terzo quarto per i dorici che tengono il campo con grande autorità. Dorici sul +5 (38-43) dopo il canestro da sotto di Paesano. Fabriano colpisce da fuori e le triple di Marletto (da distanza assurda) e Scanzi lo riportano avanti (46-45)- Un parziale bianconeroverde riporta Ancona avanti 48-51 sospinta dalla coppia Leggio-Paesano. Pansa rischia Marulli dopo il cameo del primo quarto ma sono gli ospiti ad avere l’inerzia in mano e ad andare sul +5 (50-55) finalizzato da un altro canestro “sporco” di Colombo. Fabriano riduce dalla lunetta e l’ultima pausa arriva sul 52-55 per gli ospiti.

E’ Papa il protagonista dell’inizio dell’ultimo periodo. Sei punti di fila dell’ala pescarese portano Fabriano avanti (56-55). La Ristopro aumenta il volume della sua pressione difensiva, Ancona soffre e trova nel canestro di Colombo quello che sarà il suo ultimo vantaggio della serata nella città della carta (56-57). La gara attraversa adesso un momento di stanca dal punto di vista offensivo. Scanzi  e Merletto sbagliano per i locali e Ancona non ne approfitta. Centanni in contropiede vuole il fallo di Paolin ma ne esce una palla persa. A -5’39” Paesano in un gioco spalle a canestro commette infrazione di passi muovendo il perno. E subito dopo c’è l’errore del romano da sotto. Tre segnali negativi lanciati al finale di partita. La tripla di Radonjic consegna a Fabriano il +6 (63-57) che è il massimo vantaggio di una sfida così equilibrata. La Luciana Mosconi fatica come non mai. Oboe manda alle ortiche un altro possesso e ci vogliono due liberi di Centanni per muovere quel punteggio immobile da troppo tempo(63-59). Fabriano commette un paio di errori con Scanzi e Merletto, e Paesano riduce a -2 (63-61). Dopo il time out di Pansa c’è Leggio che in attacco perde palla ma il brindisino è subito rapido a recuperare fino a stoppare Radonjic lanciato a canestro. Sul finale in arrivo c’è ancora la firma di Papa per il +4 dei cartai, Leggio risponde subito così come Radonjic bravo a punire la difesa dorica dalla media distanza dall’angolo (67-63). Ancona non è però morta. Un ottimo Denis Alibegovic vuole lasciare il segno dell’ex e segna la tripla del -1 con l’ultimo minuto in arrivo. L’attacco fabrianese è consapevole di essere al possesso decisivo. Buona difesa dorica fino a un cambio di marcature che non avviene lasciando Merletto libero nel tiro da tre punti. A 34″ dalla fine la tripla realizzata dal materano è una sentenza per la Luciana Mosconi (70-66). Rajola organizza l’ultimo disperato assalto ma ci sono gli errori di Centanni da sotto e di Paesano da tre punti a 23″ dallo stop. Merletto viene mandato in lunetta per il 72-66 che sarà anche l’epilogo di una bella partita che ribadisce il valore della Ristopro e che questa Luciana Mosconi può davvero competere con tutti.

Ristopro Fabriano – Luciana Mosconi Ancona 72-66 (18-19, 18-16, 16-20, 20-11)
Ristopro FabrianoDaniele Merletto 18 (1/6, 4/6), Francesco Papa 15 (5/7, 1/2), Andrea Scanzi 12 (2/8, 2/8), Todor Radonjic 11 (4/7, 1/2), Kurt Cassar 5 (1/4, 0/0), Francesco Paolin 5 (1/5, 1/5), Gianmarco Gulini 4 (2/3, 0/4), Marco Caloia 2 (1/1, 0/0), Roberto Marulli 0 (0/1, 0/1), Luca Garri 0 (0/0, 0/0), Francesco Di paolo 0 (0/0, 0/0), Jona Di giuliomaria 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 12 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Francesco Papa 11) – Assist: 8 (Todor Radonjic 3)
Luciana Mosconi AnconaDenis Alibegovic 18 (3/6, 4/5), Gianmarco Leggio 11 (4/8, 1/3), Simone Centanni 10 (1/5, 2/6), Alessandro Paesano 10 (5/9, 0/2), Stefano Colombo 6 (3/5, 0/1), Francesco Oboe 4 (1/2, 0/2), Veselin veselinov Gospodinov 4 (2/4, 0/0), Michele Caverni 3 (0/3, 0/1), Edoardo Anibaldi 0 (0/0, 0/0), Francesco Carboni 0 (0/0, 0/0), Pietro Mancini 0 (0/0, 0/0), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 8 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Gianmarco Leggio 10) – Assist: 8 (Denis AlibegovicSimone Centanni 2)

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.