La Luciana Mosconi cerca il colpo nella tana della capolista

Anticipo al sabato sera per la Luciana Mosconi Ancona che affronta la trasferta sul campo della Tramec Cento nella gara valevole per la 6a giornata di ritorno. Gara dall’altissimo tasso di difficoltà per la squadra di Stefano Rajola reduce dalla bella e convincente prova offerta contro Faenza racchiusa in un eccellente periodo di forma. Dati che lasciano fondate speranze di poter fare il colpo grosso in casa del Benedetto XIV Cento capolista con 32 punti alla pari di Fabriano. I centesi di coach Mecacci provengono dalla 4a sconfitta stagionale subita sul campo di Chieti, il primo stop nel loro girone di ritorno che ha interrotto una striscia positiva lunga 6 giornate. Sul proprio parquet la Tramec ha perso soltanto una volta (13a giornata, -3 contro il lanciatissimo Rimini) per il resto solo vittorie negli altri 9 incontri giocati davanti al proprio caldo e passionale pubblico.
La squadra di Mecacci è un condensato di esperienza, fisicità e talento. Senza timori di smentita si può definire seriamente la Tramec una formazione di A2 senza giocatori americani. Le statistiche mettono Ennio Leonzio come miglior realizzatore dei centesi con 12 punti di media in poco meno di 30′ di impiego a partita. Poco inferiore il fatturato realizzativo di Emanuele Rossi (11.8) che viaggia anche con 10.8 rimbalzi, primo nella speciale classifica del Girone C davanti a Valerio Amoroso. Proprio i due leader statistici del Benedetto XIV sono “vecchie” conoscenze per Stefano Rajola. Leonzio è stato infatti un giocatore dell’attuale tecnico della Luciana Mosconi nell’ultimo biennio a Pescara culminato con la promozione in A2 dell’Amatori. La guardia abruzzese classe ’94 è stato proprio uno dei protagonisti della storica ascesa dei pescaresi di Rajola  con una media di 15.5 punti, una percentuale da tre pari al 41% in regular season portata addirittura a 50 durante i playoff. Le strade di Rajola ed Lele Rossi invece si sono incrociate a Chieti, come compagni di squadra nella stagione 2011/2012 nell’allora DNA. Scorrendo il roster della Tramec si trova poi Alex Ranuzzi (11.4 pts e 6.2 rimb di media), il regista Yankel Moreno, l’unico giocatore reduce dalla retrocessione dall’A2 dello scorso anno, metronomo dei centesi con 10.2 punti e oltre 5 assist di media. Matteo Fallucca (10.7 pts) giustiziere della Luciana Mosconi nella gara dell’andata quando una sua tripla a 17″ dalla fine sancì la vittoria della Tramec al Palarossini di appena un punto (84-85). Il chilometrico roster di Mecacci prosegue poi con l’atletismo di Alessandro Paesano (8.6 punti), e fisicità dell’oriundo Nicolas Morici (7.1 punti, 4.9 rimbalzi). Di grande interesse anche il parco under con Donato Vitale (5,2 punti) Niccolò Venturoli (2.1) e Alberto Bedin per il quale la partita contro la Luciana Mosconi sarà l’esordio casalingo con la maglia della Tramec Cento essendo arrivato da una settimana alla corte di Mecacci dopo aver iniziato la stagione a Olginate e l’esordio di domenica scorsa a Chieti.

Ossatura importante per i centesi che hanno tutti i crismi per poter utilizzare la definizione di corazzata. Davanti all’oggettiva forza della Tramec la Luciana Mosconi proverà a opporre resistenza cercando di rispondere utilizzando le proprie armi. Nell’ultima settimana la squadra dorica ha lavorato bene e con continuità e si presenterà al PalaSavena a viso aperto e non certo battuta in partenza come sottolinea lo stesso coach Rajola “Sappiamo della forza del nostro avversario. Dovremmo giocare una gara quasi perfetta per riuscire a centrare il colpo ma siamo anche consapevoli della nostra forza e potenzialità. Andiamo a giocarcela e non partiamo certo battuti in partenza.

Nella Luciana Mosconi giornata speciale per capitan Michele Ferri che festeggerà in campo il suo 35°compleanno.

La Luciana Mosconi Ancona, al termine della rifinitura e sessione tiro sul parquet del Palarossini, partirà per la comoda trasferta emiliana nel primo pomeriggio. Al PalaSavena di S.Lazzaro di Savena la palla a due si alza alle 21.15, arbitri Vito Castellano di Legnano e Francesco Cassina di Desio.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.