Grandissima Luciana Mosconi. Subito una bella vittoria a Sanvendemiano

La Luciana Mosconi Ancona inizia la seconda fase di campionato con il botto, riuscendo a fare quello che mai nessuno era riuscito finora in questa stagione. I dorici espugnano il fortino del Rucker Sanve e partono nel Girone C con una vittoria che fa rumore lanciando segnali positivi sul resto del campionato. Un successo esterno contro una diretta rivale per un posto nei playoff arrivato al termine di una partita approcciata alla perfezione dai ragazzi di Rajola colpevoli nel primo tempo forse di aver raccolto poco per quanto è stato seminato. Nella ripresa il validissimo avversario ha fatto vedere il suo reale valore e nel terzo quarto ha infilato mani e gomiti nella partita. La Luciana Mosconi seppur ferita non si è però arresa. Sotto di 10 punti a 6′ dalla fine, capitan Centanni e soci hanno ritrovato la verve del primo tempo riaprendo la contesa e regalandole un finale che portava al sorpasso degli ospiti a 26″ dalla fine con la tripla di Leggio. Il Rucker accusava davvero il colpo e i liberi di Centanni e Oboe incartavano in un bel pacchetto luccicante due punti importantissimi per la Luciana Mosconi.

L’inizio di partita nell’accogliente PalaSaccon è quello sperato e voluto da Rajola. La Luciana Mosconi in attacco è perfetta. Caverni apre i fuochi, proseguiti poi da Centanni, Paesano, Leggio e Alibegovic. Tutto il quintetto dorico va già a referto per un 4-16 da favola. Il Rucker litiga con il ferro specie nel tiro da fuori. Il più inspirato è Vedovato che in area sa farsi valere con un fisico del genere. Dopo 5′ Ancona conduce 18-5 in un match che sembra avere in mano con il primo quarto concluso sul 12-20 in suo favore.
Paesano segna 4 punti di fila per il 13-24 di inizio 2°periodo. E’ una Luciana Mosconi che continua a menare le danze quando Oboe e Centanni scrivono 15-28 a 5′ dalla pausa lunga. Il Rucker inizia ad alzare i colpi. La sua difesa si fa intensa e le mani addosso scatenano non poche polemiche con il tecnico fischiato a Rajola. Nel frattempo il baby Nicoli trova la prima tripla della serata dei suoi (20-28). C’è un tapin vincente di Colombo e subito dopo anche Verri toglie lo zero dalla casella delle triple segnate (24-30). Rajola deve gestire i tre falli di Alibegovic e negli ultimi due minuti di primo tempo i veneti riducono le distanze con Verri e i liberi di Bettiol. All’intervallo Ancona si trova con appena 4 punti di vantaggio in mano (29-33). Probabilmente una dote troppo piccola per quello visto in campo nei primi 20′ di gioco.
Si rientra in campo e Nicoli inizia a segnare da tre. La prima tripla del 2001 di casa è però interrotta da un parzialino di 6-0 dei dorici che portano gli ospiti sul 32-39. Nei tre canestri dal campo da segnalare il primo in carriera in Serie B per un ancora positivo Edoardo Anibaldi. Sul 32-39 la partita cambia volto e soprattutto padrone. Il Rucker piazza un break di 19-2 firmato integralmente da Nicoli e Vedovato. I bianconeri di casa si trovano avanti 51-41 quasi inaspettatamente. Complice sicuramente la percentuale nel tiro pesante diventata improvvisamente altissima e una Luciana Mosconi che concede comunque troppo. I dorici sono in oggettiva difficoltà, l’unico a rimanere a testa bassa sul pezzo è Simone Centanni che segna 4 punti di fila fondamentali nell’economia della partita. A 3’08” dalla terza sirena Ancona è comunque a -6 (51-45) pur sembrando alla deriva. Negli ultimi minuti del terzo quarto il Rucker torna a +10 (55-45) prima del canestro di Paesano che chiude i giochi di una terza frazione interamente colorata di bianconero (55-47).
Si segna poco a inizio di ultimo quarto, e tutto è a vantaggio dei padroni di casa. Verri e Malbasa portano il Sanve sul 59-50. Paesano fa 0/2 dalla lunetta e poi c’è un doppio tecnico fischiato a Centanni e alla panchina per proteste. Tassinari segna un solo libero, quello che basta per rimettere 10 punti di scarto tra le due formazioni (60-50). Il Rucker ha chiaramente la partita in mano, anche perchè dall’altra parte c’è una Luciana Mosconi che sembra vicinissima a crollare definitivamente. Succede però che la squadra di Mian spreca un paio di palloni importanti, dall’altra parte Ancona ritorna a segnare con i liberi di Colombo e Caverni e un bel canestro di Alibegovic. 60-55 a -3’47” dalla fine. Tutt’altro che finita. Tassinari fa 2/2 dalla lunetta e subito dopo c’è la tripla da urlo di Alibegovic, bella e importante quanto irrazionale (62-58). Ancona ci crede ormai sempre di più, e dopo l’errore dei locali ecco la nuova tripla stavolta firmata da Miky Caverni. 2’46” dalla fine e Luciana Mosconi a -1. Verri sbaglia da fuori, Centanni fallisce la tripla del sorpasso. Il punteggio è allora mosso dal 2/2 di Vedovato che riporta il Rucker avanti di un possesso pieno. Arriva allora un nuovo cioccolatino e ancora da oltre l’arco. Lo segna di nuovo Denis Alibegovic che mette tutti in parità a quota 65 a -1’51” dallo stop. Si prosegue con gli errori di Vedovato e la nuova tripla di Alibegovic che stavolta è fuori. Arriva l’ultimo minuto e l’entrata di Tassinari è vincente per il 66-64 in favore dei bianchi di casa. Ancona ha però tantissima fiducia addosso. C’è un’azione costruita con pazienza, tesa soltanto a cercare chi è nelle condizioni migliori di tirare. La palla giunge nelle mani di Leggio che con 26″ da giocare infila la bomba frontale che vuol dire sorpasso. Il Rucker accusa stavolta la scoppola, Tassinari sbaglia e Simone Centanni subisce fallo sulla lotta a rimbalzo. 2/2 del capitano per il +3 Ancona (66-69). Sanvendemiano segna stavolta con Tassinari (altro 2/2 e 68-69) che poco dopo spende un fallo su Oboe. Come era successo anche a Roseto, la mano del biondo vicentino non trema. Altro doppio successo dalla linea per il 68-71. Mancano 10″ il Rucker costruisce un tiro ma Rossetto sbaglia la tripla dell’overtime. Il tapin vincente di Vedovato serve solo per sancire il minimo scarto finale tra le due squadre. La Luciana Mosconi Ancona vince 71-70 e inizia con una folle e magica serata nella marca trevigiana la sua seconda fase di campionato.

Rucker Sanve San Vendemiano – Luciana Mosconi Ancona 70-71 (12-20, 17-13, 26-14, 15-24)
Rucker Sanve San Vendemiano: Matteo Nicoli 18 (0/1, 6/7), Patrizio Verri 15 (3/5, 2/9), Jacopo Vedovato 15 (5/9, 0/0), Andrea Tassinari 9 (2/5, 0/3), Tommaso Gatto 6 (2/5, 0/3), Dorde Malbasa 6 (3/5, 0/2), Leonardo Bettiol 1 (0/0, 0/0), Edoardo Rossetto 0 (0/0, 0/1), Giordano Durante 0 (0/1, 0/3), Matteo Tonello 0 (0/0, 0/0), Victor Sulina 0 (0/0, 0/0), Giacomo Siberna 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Patrizio Verri 11) – Assist: 12 (Andrea Tassinari 6)
Luciana Mosconi Ancona: Simone Centanni 23 (6/9, 3/8), Alessandro Paesano 14 (7/12, 0/1), Denis Alibegovic 10 (2/3, 2/5), Michele Caverni 9 (2/4, 1/3), Gianmarco Leggio 6 (0/5, 2/3), Francesco Oboe 4 (1/3, 0/2), Stefano Colombo 3 (1/2, 0/0), Edoardo Anibaldi 2 (1/1, 0/0), Veselin veselinov Gospodinov 0 (0/0, 0/0), Thomas Aguzzoli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 29 4 + 25 (Alessandro Paesano 9) – Assist: 14 (Michele Caverni 7)

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.