Contro Faenza arrivano due punti importanti

Doveva arrivare la vittoria, e vittoria alla fine è arrivata con la Luciana Mosconi che ha battuto Faenza al termine di una gara condotta sin dal 2-0 iniziale e passata gestendo i vari tentativi di rimonta dei romagnoli. Ancora una buona prestazione della squadra di Rajola coronata questa volta dai due punti di fondamentale importanza ai fini della classifica. I dorici raggiungono quota 12 punti e agguantano la Sutor sconfitta Senigallia, l’uscita dai playout dista sempre 4 lunghezze (con Giulianova che vince a Teramo la sua terza di fila) ma la squadra lancia un messaggio di grande vitalità che lascia ben sperare.
Coach Rajola aveva detto che voleva dai suoi una prova di grande cattiveria, e l’inizio di gara è stato ottimamente interpretato dalla Luciana Mosconi che parte già con marce altissime. Rinaldi, Centanni e Gueye segnano ogni volta che tentano un tiro da tre. Quattro delle cinque triple segnate dai bianconeroverdi nel primo tempo arrivano nei minuti iniziali di una partita subito fortemente sbilanciata in favore dei locali. Punteggio di 20-4 per Ancona che sembra dominare con Faenza che non è entrata in partita e pagherà a lungo questo approccio negativo. A scuotere i romagnoli ci pensa capitan Bruni che si mette in proprio e segna la prima tripla della squadra di Friso. Subito dopo lo imita Petrucci per il 20-10 che costringe anche Rajola al time out. Faenza arriva a -6 con la tripla di Sgobba ma negli ultimi possessi del primo quarto arrivano tre liberi di Centanni (11 dei suoi totali 22 punti giungon nei soli 10’iniziali) e il contropiede vincente di Timperi a fil di sirena (29-18).  L’atletico esterno abruzzese continua il suo ottimo momento a inizio di secondo quarto. Con i suoi 7 punti la Luciana Mosconi vola di nuovo sul +14 (36-22) e Faenza è ancora in difficoltà. Nei 5′ prima dell’intervallo la Rekico conosce il suo momento migliore dell’intera serata. La Luciana Mosconi si siede e gli avversari firmano un parziale di 15-2 che li porta addirittura al -1 (38-37) e per giunta con la possibilità del sorpasso. Prima della pausa lunga però c’è la replica dei padroni di casa che segnano con Baldoni, Gueye e il nuovo canestro in entrata sulla sirena di Marco Timperi. 44-40 all’intervallo, e per come si era messa è un buon risultato. La Luciana Mosconi scaccia via le paure in avvio di ripresa. Rinaldi e Ferri portano i dorici a +10 (52-42), Bruni e Tiberti provano a tenere vivi i faentini ma Centanni prima si inventa la penetrazione del +8 e poi regala un cioccolatino a Quaglia che libero da sotto inchioda la schiacciata del nuovo +10 (56-46) a -4’57” dalla terza sirena. Faenza trova energia dall’ottimo Oboe e torna a -6 (59-53) con 7 punti dell’ex Verona. Ancona ha un altro momento di crisi con Rinaldi che segna da tre (62-53) prima della chiusura di quarto positiva per i manfredi capaci di ridurre fino al 62-59.  Uno scarto minimo che lancia brividi sulla schiena dei tifosi di casa. Ma la Luciana Mosconi di questa sera rimane concentrata. Si riparte con il 6-2 di parziale per i ragazzi di Rajola che difendono forte e in attacco trovano spesso il fallo. Dopo 4′ di ultimo quarto Faenza è già in bonus ma non è un dato importante ai fini del match. Timperi recupera e schiaccia in contropiede, subito dopo Centanni e Rinaldi mitragliano da tre punti. 76-61 a -4’38” per Ancona che mette le mani sulla partita. Klyuchnyk e Petrucci rimandano i sogni di un finale facile (76-65) e Rajola chiama minuto a -3’29” dalla fine. La difesa dei locali si fa ancor più attenta. L’1/2 di Quaglia e la nuova tripla di Centanni scavano ancora 15 punti tra le due contendenti (80-65) a 3′ dalla fine. Anche il tempo gioca dalla parte degli anconetani che gestiscono a dovere il tentativo effimero di risalita dei romagnoli. Negli ultimi minuti Ancona non segnerà più ma Faenza riuscirà a farlo solo dalla lunetta. FInale 80-72 e dopo 3 sconfitte i ragazzi di Rajola possono finalmente tornare a sorridere.
Luciana Mosconi Ancona – Rekico Faenza 80-72 (29-18, 15-22, 18-19, 18-13)
Luciana Mosconi Ancona: Simone Centanni 22 (4/9, 3/6), Niccolò Rinaldi 15 (0/2, 5/7), Francesco Quaglia 13 (6/12, 0/1), Marco Timperi 13 (5/9, 1/2), Ousmane Gueye 8 (1/1, 2/7), Lorenzo Baldoni 6 (3/6, 0/0), Michele Ferri 3 (0/2, 1/3), Giovanni Iannelli 0 (0/1, 0/0), Thomas Monina 0 (0/0, 0/0), Iacopo Demarchi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 8 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Marco Timperi 8) – Assist: 10 (Simone Centanni 6)
Rekico FaenzaGiorgio Sgobba 16 (3/8, 2/3), Giovanni Bruni 14 (2/3, 2/4), Francesco Oboe 10 (1/3, 2/3), Marco Petrucci 8 (2/3, 1/3), Michele Rubbini 8 (0/3, 2/5), Dimitri Klyuchnyk 8 (4/5, 0/0), Edoardo Tiberti 6 (2/4, 0/0), Simon Anumba 2 (1/2, 0/0), Mattia Zampa 0 (0/1, 0/0), Nicola Calabrese 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 18 – Rimbalzi: 31 6 + 25 (Giorgio SgobbaDimitri Klyuchnyk 6) – Assist: 7 (Francesco OboeMichele Rubbini 2)

 

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.