Domenica a Nardò. Trasferta speciale per Valerio Polonara

L’ultima  partita del 2018 per la Luciana Mosconi Ancona significa un viaggio di oltre 600 km per arrivare a Nardò e far visita ai locali del Frata “Andrea Pasca”. Per i dorici sfida inedita e tutta da scoprire. Per tutti ma non certo per Valerio Polonara che domenica percorrerà il tratto di strada a lui caro nelle ultime due stagioni. Il centro della Luciana Mosconi in estate è tornato nella sua Ancona dopo due anni passati proprio nella cittadina a sud-ovest di Lecce. Un biennio esaltante che lo stesso giocatore mette forse tra le cose più belle della sua lunga carriera dove si può dir tutto ma non che non abbia viaggiato e conosciuto posti. Da Rovereto ad Acireale, passando per Pescara da dove partì, nell’estate 2016 dopo un ottimo biennio in Serie B, destinazione Puglia per indossare la maglia granata della Pallacanestro “Andrea Pasca” Nardò che si stava attrezzando per un campionato di vertice nella Serie C Silver regionale. I pronostici vennero rispettati e Nardò ottenne la qualificazione alla Fase Nazionale per la promozione in B. Girone a quattro, con gare di andata e ritorno contro Silvi, Sarno e Costa d’Orlando, fatto di solo vittorie per i neretini. E proprio la sfida in Sicilia fu quella decisiva per la promozione. Vittoria dei pugliesi di coach Olive su un campo dove nessuno fino a quel momento era riuscito a vincere. 62-68 con Polonara autore di una delle sue tante prove tutta sostanza mettendo a referto 9 punti. La promozione in B e la festa dei passionali tifosi del “Toro” sono ricordi indelebili anche per un giocatore così esperto come l’attuale centro del Campetto. Alla classica domanda “il tuo miglior ricordo sul parquet” Polonara risponde senza pensarci poi tanto che è stato proprio il successo ottenuto in quel campionato nonostante i 16 anni di professionismo spesi in tante piazze. Il salto in Serie B valse la conferma per lui, unico superstite di quell’avventura insieme a Stefano Provenzano (ancor oggi in organico) e al gruppo di under. Polonara torna così nella terza categoria nazionale che è un pò il suo campionato. Un bilancio in stagione regolare di 13 vittorie e 17 sconfitte che costringe la matricola di Olive a cercare la salvezza nei playout. Serie senza domani contro Valdiceppo di Marco Schiavi con un  2-0 secco per Nardò e garanzia certificata di rimanere in B. Per Polonara ci sono 15 punti in gara-2 al PalaCestellini che suggellano anche la fine di un’esperienza fantastica (31 presenze e 242 punti realizzati nella B stagione 17/18). La nascita della “Polonarina”, l’imminente matrimonio, e la garanzia di un progetto sano e lungimirante proprio sotto casa, consigliano all’atleta anconetano di avvicinarsi alla terra natia. Valerio saluta la scorsa estate l’amata Nardò e con valanghe di ricordi sposa la causa della Luciana Mosconi.
Domenica prossima il ritorno nel “suo” PalaPasca dove i dorici troveranno un avversario forte, in formissima e agguerrito, ma Valerio Polonara potrà riabbracciare tanti suoi vecchi amici.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.