Coach Regini “Una sconfitta amara. Domenica a P.S.Elpidio è decisiva”

Un lunedi con un filo di voce, le sua urla sotto le volte del Palarossini stavolta hanno rischiato davvero di essere utili alla prima vittoria della Luciana Mosconi. Coach Paolo Regini mastica amaro dopo aver soltanto accarezzato il colpo contro la fortissima Tramec Cento. Gara perfetta per 38’approfittando a dovere degli errori e dei nervi scoperti degli avversari, trovando intensità giusta e ottimo atteggiamento su ogni lato del campo. Ma proprio sulla linea del traguardo, quando tutto sembrava fatto, si è spenta la luce dell’attacco, è arrivata qualche forzatura di troppo e dall’altra parte, da grande squadra quale è, Cento ha trovato il jolly a 17″ con la tripla del sorpasso e della vittoria che lascia gli anconetani ancora a secco di successi dopo il primo mese e mezzo di campionato
Coach, sei più arrabbiato per il risultato o più soddisfatto per aver trovato finalmente il vero volto della tua squadra?
“Ovviamente è maggiore la delusione e l’amarezza per il risultato conseguito. Abbiamo fatto un’ottima prestazione di squadra che però non ha portato punti e siamo alla fine sempre dove eravamo. Abbiamo giocato come ci eravamo prefissati e tenere un simile comportamento contro una corazzata come Cento non credo sia nelle corde di tutti. Purtroppo i consensi e i complimenti sono a zero quando perdi, così come  i nostri punti in classifica.”
Quei due minuti finali gridano vendetta. Cosa è successo?
“Abbiamo forzato due situazioni, commesso un fallo in attacco con un movimento errato non previsto. Ci possono stare in partite del genere dove i dettagli finiscono per fare la differenza. Errori che hanno ingigantito poi la nostra paura di non potercela fare neanche stavolta. E’ normale quando si è in una situazione generale così complicata come la nostra.”
A livello generale comunque è apparsa una squadra totalmente trasformata rispetto alle ultime prove. Se pensiamo alla prestazione di Faenza siamo proprio all’altro capo del mondo. Una metamorfosi così radicale come è potuta accadere nel giro di una settimana?
“Abbiamo svolto un buon lavoro in palestra, ci siamo confrontati nello spogliatoio e direi che stiamo diventando, seppur un pò troppo lentamente, una squadra. Un processo progressivo ma che di giorno in giorno sta portando all’assemblaggio del nostro gruppo.  Poi è inevitabile che l’ingresso di Gueye ha dato una mano in tutto questo.”
Lo hai citato e non possiamo non soffermarci su “Ous”. Ottima prestazione se pensiamo soprattutto al fatto che è arrivato venerdì e ha fatto un allenamento e mezzo con la squadra considerando la seduta del sabato mattina.
“Sicuramente è un elemento che non scopriamo certo ora in fatto di esperienza, intensità ed energia, con una grande capacità di immedesimarsi all’interno della squadra. Gueye ci ha dato una grossa mano in questa partita e si è fatto abbondantemente sentire nell’economia della partita. Peccato che nel finale abbia commesso un paio di errori ma il suo esordio è stato eccellente.”
Ora arrivano due derby. Domenica a P.S.Elpidio e poi in casa contro Senigallia. Siamo appena alla settima giornata ma possiamo dire di essere già davanti a un bivio?
“Si. Domenica a P.S.Elpidio è una gara decisiva. Punto”

La Luciana Mosconi ha goduto del lunedi di riposo. Nella settimana che porta alla trasferta sul campo del P.S.Elpidio la squadra tornerà ad allenarsi al Palarossini. Si parte martedì con doppia seduta con atletica al mattino al Conero Wellness e tecnica al pomeriggio. Primo passo nella nuova settimana che porta, come ha ammesso lo stesso coach Regini, a una partita decisiva.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.