Coach Coen “Una partita con delle cose positive. Dobbiamo lavorare sui particolari”

Un lunedi di riflessione dopo la prima giornata. La Luciana Mosconi Ancona esce sconfitta dal debutto in campionato sul campo del Raggisolaris Faenza, autentica bestia nera dei dorici capace in 9 giorni di infliggere due sconfitte ai dorici. I visi lunghi del clan bianconeroverde nell’immediato dopo partita del PalaCattani hanno lasciato spazio a toni più distesi e moderati del giorno dopo. Rivedere la partita e analizzarla senza la pressione addosso fa sicuramente emettere giudizi più vicini alla realtà e privi di quella influenza dovuta alla negatività ossessiva data dal risultato. Tutto questo un coach come Piero Coen lo sa benissimo ed ecco che l’analisi del giorno dopo del tecnico della Luciana Mosconi non è così nero e cupo come poteva essere al suono finale di un PalaCattani accompagnato dal beffardo “Romagna mia” che rimbombava nelle casse del palasport faentino.

“E’ chiaro che quando si perde ogni valutazione è inevitabilmente condizionata dal risultato stesso. –dice il tecnico dorico – Però riesaminando la partita dobbiamo anche prendere quello che di buono abbiamo fatto. Fino a 3′ dalla fine del terzo quarto siamo riusciti a fare un’ottima gara considerando lo stato di forma e le caratteristiche dell’avversario. Poi i particolari hanno fatto la differenza e Faenza è stato davvero molto bravo e noi a tratti abbiamo ceduto in difesa. Questa incostanza ha permesso loro di prendere progressivamente fiducia e di portare poi a casa la gara. Sicuramente il punteggio finale inganna perchè siamo rimasti in sella fino a 3′ dalla fine. Quindi adesso dobbiamo far tesoro di tutto questo e lavorare sui particolari in difesa ed essere più costanti e attenti su certe situazioni. Andare a migliorare certi dettagli e soprattutto avere quella capacità di mantenere alta l’attenzione difensiva quando si va avanti. Contemporaneamente però dobbiamo vedere anche il lato positivo che c’è stato. Per lunghi tratti la squadra ha avuto un giusto atteggiamento e avevamo prodotto anche bene. Ripeto, il risultato condiziona il giudizio, però giocare oggi contro Faenza non è semplice per nessuno. Quindi dobbiamo prendere anche quello che c’è di buono da questa prima giornata e credo che  ce ne sia davvero tanto.”

Dopo il battesimo di fuoco avuto in casa di una delle squadre più in forma del momento, sicuramente la più in fiducia, la Luciana Mosconi si ritroverà in palestra nella mattinata di martedi. Prima della seduta pesi e conseguente sessione di tiro la squadra parteciperà a un’analisi video del match di domenica. Nel pomeriggio alle 17.30 di nuovo in campo per il primo carico di lavoro della settimana che porterà all’esordio casalingo di domenica 10 ottobre al Palarossini contro Teramo.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.