Civitanova-Luciana Mosconi. E’ sfida decisiva

Per la Luciana Mosconi ancora 4 partite da giocare con il suo destino ancora del tutto da scrivere. +4 dai playout, -2 dai playoff. I dorici di Sandro Pozzetti vivono nella terra di mezzo tra chi può sognare e avere paura allo stesso tempo e in egual misura, e la sfida del Palarisorgimento di Civitanova farà sicuramente più chiarezza su che parte del fiume può attraccare la Luciana Mosconi. Una vittoria dei bianconeroverdi significherebbe dare un calcio, forse finalmente definitivo, agli spauracchi dei playout e agganciare quell’ottavo posto che vorrebbe dire elite eight del campionato e conseguente accesso alla post season per l’A2. Se invece dovesse arrivare una sconfitta svanirebbero quasi del tutto le speranze di playoff e bisognerà anzi guardarsi molto bene alle spalle cercando davvero di non essere risucchiati da chi sta dietro. L’aria che si respira al Palarossini è però piena di ottimismo. La squadra ha vissuto una buona settimana nonostante figlia di una sconfitta interna. Ma la gara contro Fabriano ha detto che la Luciana Mosconi è in salute e che con contro la Janus a fare la differenza sono stati i particolari e un avversario di caratura oggettivamente superiore. Contro Civitanova servirà comunque una Luciana Mosconi al massimo livello perchè chiamata a confrontarsi con una squadra che ha vissuto la sua stagione sulle montagne russe e che comunque ha sempre abitato all’interno della zona delle prime 8.  La Virtus di coach Millina è reduce da due sconfitte di fila (6 k.o nelle ultime 8 uscite, solo 3 successi nel girone di ritorno proprio come gli anconetani) e sta convivendo con le prime settimane senza il suo leader, Attilio Pierini, infortunatosi nel derby contro Fabriano e per il quale la stagione è purtroppo finita anzitempo. Con il forfait dell’esperto giocatore, che ha terminato la sua annata con 15.7 punti di media, la Virtus è ricorsa ai ripari aggiungendo  Corrado Bianconi che era in esubero a Firenze dove aveva iniziato la stagione. 11 punti di media nelle due presenze in rossoblu per il giocatore che ha vestito anche le maglie di Virtus Siena, Imola, Orlandina, Barcellona, Domodossola e Varese, sponda Robur et Fides.  Bianconi parte in quintetto riempendo l’area con Francesco Amoroso (13.7 punti e 4.5 rimbalzi). In cabina di regia opera Federico Burini (8.9 pts), mentre completa il reparto esterni Riccardo Coviello (miglior realizzatore di squadra con 14 punti a uscita) e Lorenzo Andreani (9..6 punti). L’impiego del forte giocatore portorecanatese è in forte dubbio per via di un problema muscolare. Dalla panchina esce solidità con Andrea Vallasciani (5.6 pts) e Matteo Felicioni (4.9 pts) entrambi partiti in quintetto nell’ultima partita persa in casa contro Corato. Valida soluzione nel settore lunghi è rappresentata anche da Arnold Mitt (3.2 pts e 2.3 rimbalzi. Negli occhi dei tifosi della Luciana Mosconi c’è il derby dell’andata al Palarossini letteralmente dominato dalla squadra di coach Millina. 67-90 il finale al termine di una partita senza storia con i dorici sotto 23-7 al 10′ e sprofondati a -30 nel secondo parziale. C’è quindi anche sete di vendetta nella Luciana Mosconi che punta a portarsi a casa il derby che può valere un pezzo di playoff.
Coach Pozzetti va a Civitanova con tutto il gruppo a sua disposizione. Filippo Centanni si è totalmente ristabilito dall’infortunio muscolare e sarà a referto. Al Palarisorgimento palla a due ore 18.00. Arbitri dell’incontro Andrea Cassinadri di Bibbiano e Lorenzo Grazia di San Pietro in Casale.

Leave a Reply

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.