Bella prova di squadra e la Luciana Mosconi batte Ozzano

Con la migliore prestazione corale della stagione la Luciana Mosconi vince nel turno infrasettimanale contro Ozzano e ottiene la quarta vittoria interna consecutiva rilanciandosi anche in ottica di classifica. Sei uomini in doppia cifra, non era mai successo finora, per la squadra di Coen che trova finalmente tante risposte positive dai suoi ragazzi pur convivendo ancora con l’assenza di Tourè e con le paure per la spalla sinistra di Ciribeni non ancora al meglio. Ozzano è partita forte, imitando quello che aveva fatto Piacenza domenica scorsa colpendo con maniacale insistenza da tre punti. Poi però le percentuali emiliane si sono abbassate e i dorici hanno preso il sopravvento in una partita che però si è chiusa soltanto al 40′ con Ancona che ha sperperato 12 punti di vantaggio negli ultimi 4′ arrivando con sole due lunghezze di margine agli ultimi 23″.

Coen parte con “zio” Panzini e i “nipotini” Calabrese, Czoska, Ambrosin e Giombini, riproponendo il quintetto formato da tanti giovani. Ozzano deve rinunciare per la 2a partita di fila a coach Loperfido costretto a stare lontano dalla squadra per problemi familiari. Il primo quarto è scoppiettante, si segna tantissimo e le percentuali schizzano subito in alto. Ambrosini segna nei primi minuti tutti i suoi 8 punti della serata. Panzini colpisce da tre punti ma anche gli ospiti non scherzano. Folli realizza 4 triple nei primi 10′ chiusi da Ozzano con un 7/12 da tre punti. La Sinermatic trova il vantaggio e arriva sul 14-18. Anche la Luciana Mosconi ha buone medie da tre (primo quarto 4/10) ma subisce altre due bombe da Bonfiglio e Folli per il 25-29. Il suono della prima sirena arriva dopo i canestri di Bedin e Panzini che valgono la parità a quota 29,

Ozzano rimette il naso avanti in apertura di secondo quarto con Felici e Buscaroli usciti dalla panchina (30-35), e lo tiene fino al 36-39. Poi arriva la tripla di Carnovali che apre il break di 7-0 che ribalta la partita e da l’inerzia ai locali. Nel frattempo entra nel match anche Ciribeni e un suo contropiede più un altro con tanto di assist per l’accorrente Calabrese sigla il 48-42. Ozzano accusa un pò il colpo e la tripla di Calabrese dall’angolo sulla sirena del primo tempo scrive 53-42 sul tabellino dei primi 20′.

Ozzano parte molto bene nella ripresa, meglio di una Luciana Mosconi un pò meno lucida di prima. Nei primi 3′ e mezzo il divario si assottiglia fino al 55-53 prima che Bedin faccia sentire muscoli e stazza con un canestro di potenza da sotto. Folli segna l’unica tripla ozzanese del terzo quarto (59-56) poi arriva un nuovo scossone dorico iniziato dal presente Bedin e concluso dalle triple di Ciribeni e Giombini per il 72-60 del 30′.

Ancona ha la partita in mano ma Ozzano è presente. Balducci pesca due jolly e con cinque punti in fila (tripla in apertura e jumper a seguire) porta gli ospiti ancora in linea di galleggiamento. Il quarto finale è il momento migliore di Klyuchnik che segna il 72-68 che riapre ancora la scatola della partita.Calabrese, Panzini e Giombini firmano la replica dorica e la Luciana Mosconi si ritrova con un vantaggio in doppia cifra (81-69) a -4’08” dalla fine. Ozzano esce benissimo dal time out e riesce a recuperare. Ancona sbaglia qualche occasione di troppo e allora ci pensano Klyucjnik  Chiappelli a tenere aperti i giochi. Un gioco da tre punti dell’esperto numero 19 dice 83-79 a -1’03” dalla fine. Quando si va dall’altra parte ecco nell’angolo la tripla “con la gambetta alzata” di Carnovali per il  +7 (86-79). Corre il cronometro fino al 4°fallo di Giombini e il 2/2 di Klyucjnik (86-81 a 32″). C’è una palla persa per infrazione di passi dello stesso Giombini e allora a 23″ dalla fine la tripla di Barattini porta Ozzano a -2 (86-84). La palla pesa e arriva nelle mani di Ciribeni che accellera fino al ferro appoggiandone due facili ma altrettanto importanti (88-84). Bonfiglio sbaglia la tripla e Folli commette fallo a rimbalzo. Ozzano smette di crederci. Carnovali fa 1/2 e poi arriva il recupero dalla rimesse di Ciribeni per la ciliegina sulla torta che definisce il 91-84 con cui si può festeggiare una bella vittoria di una Luciana Mosconi Ancona in netta crescita.

Luciana Mosconi Ancona – Sinermatic Ozzano 91-84 (29-29, 24-16, 19-15, 19-24)
Luciana Mosconi AnconaLorenzo Panzini 15 (3/4, 2/5), Alberto Bedin 15 (7/9, 0/1), Nicola Calabrese 14 (4/4, 1/2), Yannick Giombini 13 (4/6, 1/5), Leonardo Ciribeni 12 (3/6, 1/2), Tommaso Carnovali 12 (0/1, 3/7), Matteo Ambrosin 8 (1/2, 1/4), Nikodem Czoska 2 (1/2, 0/1), Niccolò Piccionne 0 (0/0, 0/0), Davide Petrilli 0 (0/0, 0/0), Mohamed Toure 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Yannick Giombini 10) – Assist: 15 (Lorenzo Panzini 9)
Sinermatic Ozzano: Dimitri Klyuchnyk 20 (3/6, 3/5), Gioacchino Chiappelli 16 (5/6, 0/1), Matteo Folli 15 (0/2, 5/6), Tommaso Felici 10 (4/5, 0/0), Marco Barattini 8 (0/0, 2/7), Carlo Balducci 5 (1/2, 1/2), Simone Bonfiglio 5 (1/4, 1/4), Simone Lasagni 3 (0/0, 1/5), Francesco Buscaroli 2 (1/1, 0/2), Riccardo Galletti 0 (0/0, 0/0), Filippo Salsini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 38 9 + 29 (Gioacchino Chiappelli 10) – Assist: 16 (Marco Barattini 5)